Turismo in Cina: il viaggiatore autonomo

La crescita del turismo cinese va di pari passo con l’urbanizzazione, la crescita degli standard di vita e la rimozione di restrizioni governative.

Nel 2013 circa 97 milioni di turisti cinesi hanno visitato un paese straniero, un dato in crescita di 14 milioni rispetto all’anno precedente e dieci volte tanto i numeri registrati nel 2000.

Attualmente la Cina è il primo stato al mondo per numero di turisti che viaggiano all’estero.

Il turista cinese continua a preferire le mete locali e nel sud est asiatico come Hong Kong, Taiwan, Tailandia, Corea del Sud e Giappone. In Europa, i turisti cinesi preferiscono visitare Francia, Italia, Germania e Gran Bretagna.

Il mercato del turismo in Cina sta cambiando: sempre più visitatori cinesi preferiscono vacanze organizzate autonomamente rispetto ad un viaggio in pullman.

Il turista indipendente è tendenzialmente giovane ed istruito, si informa su internet sulle mete di viaggio e tiene conto del parere di altri viaggiatori per effettuare gli acquisti, spesso online.

Le mete preferite dai turisti indipendenti sono Hong Kong (80% del totale dei visitatori cinesi), Tailandia (60%) ed Europa (28%).

News