Post evento: MAKING BUSINESS ALONG THE SILK ROAD: the importance of dispute prevention and resolution multi/bilateral mechanisms

Lo scorso 11 marzo presso la sede di CCPIT Milano si è svolto il seminario Making Business along the Silk Road: the importance of dispute and resolution prevention and resolution multi/bilateral mechanism.

All’evento è stato organizzato da Camera di Commercio Italo-Cinese, CCPIT Milano, CCPIT Mediation Center di Pechino, Camera Arbitrale di Milano con il supporto di Fondazione Italia Cina, alla presenza di oltre 50 persone. Erano presenti il Direttore di CCPIT Italia, Yao Lujie, il Vice Presidente Esecutivo di CCPIT Mediation Center di Pechino, Cai Chenfeng, il Segretario Generale della Camera di Commercio Italo Cinese, Marco Bettin e il Segretario Generale della Camera Arbitrale di Milano e dell’ ICBMC, Stefano Azzali.

L’iniziativa Belt and Road fa parte dell’ambiziosa strategia di sviluppo internazionale che unisce Asia, Europa ed Africa per promuovere una cooperazione economica, come è stato approfondito dal Vice Presidente della Camera di Commercio Italo Cinese e Counsel dello Studio Legale BonelliErede, Renzo Cavalieri.

Seguendo uno scenario commerciale sempre più internazionale, in caso di controversie, la risoluzione da parte di un centro di mediazione può garantire flessibilità, confidenzialità e risparmio in termini temporali ed economici. Stefano Pavletic, mediatore presso ICBMC, ha poi approfondito il tema della mediazione come strumento di risoluzione delle controversie, importante perché affronta i problemi del momento pur mantenendo la possibilità di continuare a collaborare con la controparte.

A concludere l’evento, la presentazione dell’ICBMC - Italy-China Business Mediation Center - nato da un accordo tra Camera di Commercio Italo Cinese, Camera Arbitrale di Milano e CCPIT di Pechino.

Il Vice Segretario Generale, Wang Fang e l’avvocato mediatore dell’ ICBMC, Antonia Marsaglia, hanno illustrato come, attraverso la conciliazione ICBMC, le parti possono discutere dei loro problemi in modo informale e riservato, assistiti da conciliatori professionali e multiculturali, incaricati di facilitare la comunicazione fra le parti, aiutandole a raggiungere un accordo in modo semplice e rapido.

Si tratta di un approccio collaborativo con cui due o più soggetti tentano di superare un’impasse o risolvere un conflitto inerente la relazione commerciale con l’aiuto di un terzo esperto nella gestione del conflitto, indipendente, imparziale e neutrale rispetto ai soggetti coinvolti e alla loro controversia.

Alla presentazione è seguito un breve dibattito aperto.

In allegato il materiale utilizzato dai relatori.

Per qualsiasi ulteriore informazione in merito al Centro di Mediazione, si prega di scrivere a colombaretti@china-italy.com

Per attivare la procedura è necessario compilare in inglese e trasmettere l'apposito modulo, allegando la documentazione strettamente necessaria alla comprensione del caso e prova del pagamento delle spese amministrative all'indirizzo icbmc@mi.camcom.it

Modulo di domanda

Modulo di adesione

Clausole ICBMC