Perchè utilizzare la conciliazione?

Grazie alla conciliazione, le parti protagoniste di una controversia hanno l’occasione di incontrarsi e discutere dei loro problemi in modo informale e riservato. Il conciliatore ha il compito di aiutare le aprti a sviluppare un negoziato e raggiungere un accordo.

La conciliazione è:

volontaria – si partecipa ad una conciliazione solo se si vuole e nessuna soluzione è imposta alle parti. In altre parole, le parti si devono sentire libere di decidere se tentare la conciliazione o se invece rifiutare questa opportunità. Inoltre, esse possono abbandonare il tavolo delle trattative in ogni momento, qualora ritengano che queste non portino ad alcun esito soddisfacente, senza per questo avere un danno.

informale – è sufficiente predisporre una domandi con la quale si indica chi sono le parti, qual è l’oggetto della lite ed il suo valore economico. In generale, spetta ad ICBMC il compito di verificare la disponibilità dell’altra parte a sedersi al tavolo.

riservata - le parti, il conciliatore e tutti coloro che intervengono ad una conciliazione si impegnano a mantenere riservate e a non divulgare le informazioni relative al caso che stanno trattando. Il conciliatore, spesso, incontra separatamente le parti, per permettere loro di avanzare possibili proposte ed opzioni negoziali. Questo particolare approccio permette di affrontare temi delicati che le parti avrebbero difficoltà a discutere tra loro.

rapida – le parti possono concordare la tempistica secondo cui si deve svolgere l’incontro di conciliazione. Questo permette di avere un diretto controllo sui tempi, talvolta essenziale per il buon esito della trattativa. In media sono necessari circa 30/40 giorni dalla presentazione della domanda all’accordo finale.

economica – i costi della conciliazione sono contenuti e le parti li conoscono in anticipo.

efficace – più di 80 incontri su 100 si concludono con un accordo. Questo è rispettato dalle parti perché è frutto di un’intesa consapevole e basata sull’interesse comune.

La conciliazione va utilizzata in tutti i casi in cui: 

  • è interesse dell’azienda mantenere un rapporto commerciale con l’altra parte;
  • si vuole evitare che informazioni relative alla controversia diventino di pubblico dominio;
  • la rapidità della risoluzione della controversia è prioritaria ad ogni altro interesse;
  • la decisione della controversia, in diritto, non è prioritaria per l’azienda.

News